Il Milan si prepara ad affrontare il Cagliari negli ottavi di finale della Coppa Italia martedì 2 gennaio alle 21, in una partita che si preannuncia carica di novità e giovani talenti. L’ultima volta che le due squadre si sono scontrate in Coppa Italia risale al lontano 1992-93, con il Milan che riuscì a passare il turno grazie a Jean-Pierre Papin.

Il tecnico del Milan, Stefano Pioli, ha deciso di fare un turnover massiccio, lasciando riposare i giocatori chiave dopo la recente vittoria in campionato. La decisione di puntare su una formazione inedita e ricca di giovani è un azzardo che solo il campo potrà giudicare. In questa sfida, vedremo esordire Jimenez e Chaka Traoré, due giovani talenti provenienti dalla Primavera rossonera, che saranno guidati da Theo Hernandez e il capitano Calabria, i giocatori più esperti in campo contro il Cagliari.

Della squadra che ha recentemente sconfitto il Sassuolo, poco rimane. Maignan sarà in porta, mentre Simic e Jimenez completeranno la difesa con Calabria e Theo. Adli e Reijnders formeranno la cerniera di centrocampo, supportando Chukwueze, Romero e Traoré. Jovic sarà il centravanti, con Giroud, Leao, e Loftus-Cheek che riposeranno. Il Cagliari, anch’esso con alcune modifiche nella formazione, schiererà Radunovic in porta, una difesa composta da Di Pardo, Wieteska, Hatzidiakos e Obert, e una mediana con Deiola, Makoumbou e Jankto. Mancosu agirà sulla trequarti, affiancato da Luvumbo e Petagna in attacco.

Il vincitore di questa sfida affronterà nei quarti di finale la vincente tra Atalanta e Sassuolo, con la prospettiva di una semifinale contro la vincente di Bologna e Fiorentina. Il cammino verso la finale sembra meno ostacolato dopo l’eliminazione a sorpresa dell’Inter, ma Stefano Pioli non vuole sottovalutare l’impegno e, nonostante il rischio del turnover, spera che il Milan esca vincente. Fallire un altro obiettivo stagionale sarebbe considerato un imperdonabile delitto.

Il Milan presenta un record notevole nelle recenti sfide contro il Cagliari, mantenendo la porta inviolata in sei delle ultime otto partite e subendo solo due reti. In particolare, nei dieci incontri precedenti, i rossoneri avevano subito ben 10 gol e ottenuto un solo clean sheet. La squadra di Stefano Pioli ha dimostrato una notevole solidità in casa, rimanendo imbattuta nelle ultime 19 partite contro il Cagliari, con 17 vittorie e 2 pareggi. Questa serie di imbattibilità interna è seconda solo contro il Verona, con una striscia aperta di 37 partite. Inoltre, la storia degli scontri in Coppa Italia favorevole al Milan, che ha superato il Cagliari in tutte e tre le precedenti occasioni a eliminazione diretta. Tuttavia, il Milan arriva a questa partita dopo aver perso le ultime due partite di Coppa Italia, un aspetto che potrebbe influenzare il loro approccio alla sfida. D’altra parte, il Cagliari ha una serie negativa negli ottavi di finale di Coppa Italia, essendo stato eliminato nelle ultime nove occasioni. Nonostante il Milan non abbia segnato nei tre ultimi incontri di Coppa Italia, la presenza di Olivier Giroud, autore di una doppietta contro il Cagliari in Serie A nell’agosto 2021, potrebbe essere un fattore determinante. D’altro canto, Zito Luvumbo ha segnato l’unico gol del Cagliari contro il Milan in questa stagione, dimostrando la sua pericolosità in fase offensiva. La partita si preannuncia quindi come un interessante confronto tra la tradizione vincente del Milan e il desiderio di riscatto del Cagliari.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui