Il Cagliari si trova in una situazione critica in Serie A, attualmente al terz’ultimo posto insieme al Verona. Dopo aver sciupato la seconda occasione di fila contro una diretta concorrente, con un pareggio interno contro l’Empoli dopo la sconfitta a Verona, la squadra si rende conto che servono rinforzi dal mercato di riparazione. Le ultime prestazioni, in particolare il primo tempo al Bentegodi e il secondo contro l’Empoli, suggeriscono che il Cagliari avrebbe potuto ottenere almeno uno o due punti in più da queste gare. Tuttavia, la sensazione è che qualcosa in più sia necessario per uscire dai guai in cui la squadra si trova attualmente.

La classifica non è ancora drammatica, con la vittoria della Salernitana a Verona che ha permesso al Cagliari di agganciare gli scaligeri al terz’ultimo posto. Tuttavia, la Salernitana, sotto la guida di Sabatini, sembra rinata e pronta a rinforzarsi ulteriormente. Con l’Udinese che si allontana e il Genoa che sembra attrezzato per puntare verso il centroclassifica, il Cagliari si trova in una lotta serrata per evitare la retrocessione, insieme a Sassuolo e Lecce. La prossima sfida contro il Lecce diventa importantissima per cercare di raggiungere una quota dignitosa di 17 punti a metà stagione. La squadra si prepara per affrontare il Milan, con Ranieri che annuncia un massiccio turnover. Non sarà disponibile Luvumbo, che parteciperà alla Coppa d’Africa, confermando la necessità di rinforzi in attacco. La squadra si trova a dover fare i conti con le difficoltà, cercando di concretizzare le occasioni e uscire dalla zona retrocessione.

Il mercato di riparazione a gennaio rappresenta una speranza per il Cagliari. La partenza di Luvumbo e la necessità di scelte oculate richiedono una valutazione attenta dei giocatori disponibili sul mercato. Ranieri, consapevole della situazione, è orientato a scegliere giocatori motivati e pronti a integrarsi nel progetto rossoblù. La storia del Cagliari mostra che le trattative invernali non hanno sempre portato a figure capaci di sovvertire gli equilibri, ma la giusta selezione di giocatori con esperienza e carisma può essere fondamentale. Ranieri, noto per la sua determinazione, ha dimostrato nella scorsa stagione di essere capace di recuperare situazioni difficili e ottenere la promozione.

Le richieste per Kelvin Amian

Il Cagliari sta intensificando i propri sforzi per assicurarsi il talentuoso terzino destro Kelvin Amian dallo Spezia, nonostante la dichiarazione di incedibilità da parte del direttore sportivo Macìa. Il giocatore, che rappresenta il pezzo più ambito della rosa aquilotta sul mercato, ha attirato l’attenzione di diverse squadre in Europa, tra cui Montpellier, Rennes e Tolosa in Francia, oltre al Genoa in Italia.

Il Cagliari, tuttavia, sembra essere in prima linea per assicurarsi il franco-ivoriano, avendo intrapreso negoziati con i procuratori del giocatore e intensificato il pressing nelle trattative. In caso di trasferimento, si ipotizza un possibile accordo di prestito oneroso con obbligo di riscatto fissato a circa 2.2 milioni di euro, legato alla permanenza del Cagliari in Serie A.

La cessione di Amian rappresenterebbe un duro colpo per lo Spezia, nonostante le precedenti negazioni del club di via Melara riguardo a tale eventualità. Il terzino di 25 anni, in grado di giocare anche come ala destra in una retroguardia a tre, vanta un’esperienza significativa, con 62 presenze in Serie A, 18 presenze in Serie B e un ricco bagaglio di 110 presenze in Ligue 1 e 33 presenze in Ligue 2. La sua versatilità e le sue abilità difensive potrebbero rappresentare un valore aggiunto per il Cagliari, che cerca di rafforzare la squadra in vista della seconda metà della stagione.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui