Il terzino francese Theo Hernandez sta vivendo una fase di transizione importante nella sua carriera con il Milan, assumendo un ruolo centrale difensivo che ha comportato un cambio di responsabilità e stile di gioco. Il giocatore, noto per la sua velocità e abilità in fase offensiva, ha accettato la sfida di adattarsi a una posizione diversa su richiesta dell’allenatore Stefano Pioli. La sua nuova posizione centrale non ha solo limitato le sue affilate corse lungo il lato sinistro, ma ha anche introdotto una maggiore responsabilità nella gestione del gioco e nel mantenimento del possesso palla. Contro il Sassuolo, Hernandez ha toccato il pallone ben 91 volte, effettuando 78 passaggi chiave, dimostrando la sua versatilità e affidabilità nel cuore della difesa milanista.

Nato il 6 ottobre 1997 a Marsiglia, Francia, Theo Hernandez ha calcato i primi passi nella sua carriera calcistica nelle giovanili dell’Atlético Madrid. Ha rapidamente attratto l’attenzione degli addetti ai lavori grazie alle sue doti difensive e alla propensione per contribuire anche in fase offensiva. Nel luglio 2019, il Milan ha ufficializzato l’acquisizione di Hernandez. Il trasferimento ha segnato l’inizio di una nuova avventura per il giovane talento francese in Serie A. Con una cifra record per un difensore, Theo Hernandez ha portato con sé aspettative elevate.

Stile di Gioco:

Theo Hernandez è noto per il suo stile di gioco dinamico e versatile. La sua rapidità, la capacità di dribbling e il piede sinistro potente lo rendono una minaccia costante lungo il lato sinistro del campo. Non solo è un difensore solido, ma è anche un elemento chiave nella fase offensiva, contribuendo con assist e gol cruciali. Da quando ha indossato la maglia rossonera, Hernandez ha dimostrato di essere uno dei giocatori più affidabili e determinanti della squadra. Ha contribuito con gol fondamentali, creando un legame speciale con i tifosi attraverso le sue prestazioni straordinarie. La sua presenza sia in difesa che in attacco è stata cruciale per il Milan nelle competizioni nazionali e internazionali.

Il recente cambio di Ruolo

Il cambio di posizione non ha soltanto influenzato il suo coinvolgimento offensivo, ma ha anche portato ad un notevole miglioramento nel senso di responsabilità di Hernandez. Dopo un inizio di stagione caratterizzato da cinque cartellini gialli nelle prime otto partite, il difensore francese ha ridotto drasticamente il numero di falli e non ha ricevuto alcun cartellino giallo nelle ultime partite. La nuova vita di Theo Hernandez è caratterizzata da una maggiore diligenza in campo, contribuendo a stabilizzare la difesa del Milan. Nonostante la sua abilità di incursione sia limitata nella posizione centrale, Hernandez ha dimostrato di essere un giocatore capace di adattarsi e mantenere un elevato standard di prestazioni.

Tuttavia, il Milan ha perso in incisività a sinistra, con l’assenza delle tipiche affilate corse di Hernandez lungo la fascia. La sua partnership con Leao, solitamente efficace nella combinazione tra progressione e dribbling, ha subito un rallentamento. Il bilancio della squadra rossonera, se da un lato ha guadagnato in solidità difensiva, ha perso in termini di creatività e abilità offensive.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui