Il calcio è uno sport ricco di dinamiche e colpi di scena, e Francesco Acerbi sembra averne compreso ogni sfumatura sin dal suo arrivo all’Inter. Il difensore classe ’88 è diventato più di un semplice elemento nella formazione di Simone Inzaghi; si è trasformato in un leader autentico, capace di fermare i fenomeni avversari e di parlare con determinazione anche quando la sfida si sposta fuori dal campo.

L’inizio della sua avventura nerazzurra non è stato esente da dubbi e scetticismo da parte dei tifosi. Il suo passato al Milan e alcune immagini apparentemente poco felici lo hanno messo in una posizione di sfida con i sostenitori interisti. Tuttavia, bastò una prestazione convincente durante la trasferta di Plzen nel settembre del 2022 per cancellare ogni dubbio. Acerbi ha dimostrato di essere un giocatore capace di adattarsi velocemente, diventando un punto fermo nell’undici titolare di Inzaghi.

Uno degli aspetti più sorprendenti del suo impatto è stato il modo in cui ha scalzato un difensore di spicco come Stefan de Vrij. Acerbi ha dimostrato la sua affidabilità in campo, fermando attaccanti di calibro come Vlahovic, Giroud, Haaland e Lukaku. Il suo rendimento difensivo impressionante ha contribuito in modo significativo al successo dell’Inter, inclusa la storica cavalcata fino alla finale di Champions League.

Non solo Acerbi è diventato un baluardo in difesa, ma è anche emerso come una figura guida nello spogliatoio. Le sue dichiarazioni provocatorie dopo il pareggio contro il Genoa, in cui ha lanciato la sfida alla Juventus, evidenziano la sua consapevolezza del proprio status. “Dicono che dobbiamo stravincere il campionato, ma la Juventus ha speso 200 milioni, mentre noi abbiamo preso parametri zero”, afferma Acerbi, dimostrando la sua abilità nel parlare senza mezzi termini.

Inzaghi ha visto in Acerbi non solo un talento calcistico, ma anche un uomo di carattere. Le sue parole incisive prima del derby di ritorno in Champions League contro il Milan testimoniano la sua capacità di parlare a nome di tutta la squadra. “Se non passiamo domani è un disastro, diranno che diventa una stagione di m… Noi sappiamo che non è così”, dichiara Acerbi, rivelando un senso di responsabilità che solo i veri leader possiedono.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui