La vittoria dell’Inter contro il Lecce non ha solo aggiunto tre punti preziosi alla classifica, ma ha anche offerto chiare indicazioni a Inzaghi e alla dirigenza sull’andamento del mercato e sulle priorità di rinforzo in vista della finestra di gennaio. Uno degli aspetti evidenziati dalla partita è la necessità di un rinforzo nel reparto degli esterni destri, specialmente considerando l’assenza prolungata di Cuadrado. Nonostante la presenza di giocatori come Dumfries e Darmian, Inzaghi cerca un giocatore capace di garantire spinta offensiva e versatilità simile a Buchanan. Le trattative con il Bruges sono in corso, e il club nerazzurro cerca di chiudere l’operazione rapidamente per affrontare il resto della stagione senza interruzioni.

Nel reparto difensivo, l’arrivo di Pavard e le performance di Darmian e Bisseck sembrano aver ridotto l’urgenza di un nuovo acquisto come Djalò, almeno nel breve termine. La dirigenza potrebbe considerare l’opzione del portoghese a parametro zero in estate, ma attualmente sembra soddisfatta delle opzioni a disposizione.L’analisi del mercato si estende anche all’attacco, dove la mancanza di Lautaro è stata evidente. Nonostante Arnautovic abbia fornito un assist decisivo nel match contro il Lecce, l’austriaco è consapevole della necessità di migliorare il suo rendimento. Sanchez, al momento meno integrato nei meccanismi della squadra, potrebbe essere oggetto di interesse per una possibile esperienza in Arabia o nella MLS americana, aprendo la porta a un rinforzo low-cost in attacco.

L’Arrivo di Buchanan

Buchanan, laterale di proprietà del Bruges, è stato individuato come la risposta ideale a questa esigenza. Le ultime due partite in cui il giocatore non è stato convocato dal Bruges hanno alimentato le voci sul suo trasferimento all’Inter. L’ufficialità dell’operazione è attesa a breve, con l’arrivo di Buchanan a Milano previsto poco dopo Capodanno per sottoporsi alle visite mediche e integrarsi nel primo allenamento con la squadra di Inzaghi. Tuttavia, c’è stato un intoppo riguardante la formula dell’operazione: sebbene l’Inter desiderasse un prestito con diritto di riscatto, sembra che si stia orientando verso un affare a titolo definitivo. Le distanze economiche sono state limati: l’accordo si aggira attorno ai 10 milioni di euro, più 2 di bonus (o, in alternativa, 8 + 4, una decisione che sarà presa all’ultimo momento), risultando molto simile alla richiesta iniziale di 12 milioni avanzata dal club belga.

Questo nuovo ingaggio promette di portare ulteriore dinamismo alla fase offensiva dell’Inter, dando a Inzaghi un’opzione preziosa per variare la tattica in campo. Con Buchanan al fianco di Dumfries, l’Inter sembra pronta a affrontare le sfide future con maggiore determinazione e flessibilità.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui