Nell’undicesima giornata di Serie A, la Juventus ha sconfitto la Fiorentina con un gol a freddo segnato da Miretti al nono minuto di gioco. La squadra di Allegri, consolidando il secondo posto in classifica a soli due punti dall’Inter capolista, ha dimostrato la sua forza in uno scontro diretto contro la squadra viola. La Fiorentina, subito dopo il gol subito, ha cercato tenacemente il pareggio, attaccando gli ospiti con determinazione. Tuttavia, nonostante i numerosi tentativi, non è riuscita a superare la difesa bianconera e ha subito la terza sconfitta consecutiva.

Primo Tempo

Il primo tempo della partita tra la Fiorentina e la Juventus è stato caratterizzato da un ritmo veloce sin dai primi minuti. La Fiorentina ha cercato di prendere il controllo del gioco sin dall’inizio, mentre la Juventus ha tentato di chiudere ogni linea di passaggio e di sfruttare rapidi contropiedi.

La Juventus ha colpito al nono minuto con un gol quasi a freddo. Miretti ha segnato il gol del vantaggio con un potente tiro destro dopo un cross di Kostić. Questo gol ha sorpreso la Fiorentina e ha messo subito gli ospiti in vantaggio.

La Fiorentina ha cercato di reagire immediatamente, spingendo in avanti e esercitando un pressing alto sulla Juventus. Tuttavia, la difesa bianconera ha chiuso bene gli spazi e ha impedito alla squadra di casa di creare opportunità per il pareggio.

Nonostante il gol subito, la Fiorentina ha continuato a cercare il pareggio. Al 28′, Nico Gonzalez è stato particolarmente pericoloso, creando una buona occasione per i padroni di casa. Ha ricevuto una punizione a destra e ha costretto Kostić a commettere fallo.

Al 32′, la Fiorentina ha sfiorato il pareggio quando Kouamé ha colpito l’esterno del palo con un potente tiro. La squadra di Italiano ha continuato a premere, e al termine dei 45 minuti regolamentari, ha avuto un’altra occasione per segnare. Biraghi ha calciato di sinistro da calcio piazzato, ma Szczęsny ha compiuto una parata eccezionale per difendere la porta bianconera.

Secondo Tempo

Il secondo tempo è iniziato con un ritmo elevato, con entrambe le squadre determinate a ottenere un risultato positivo. La Fiorentina ha cercato di mettere pressione sulla Juventus e ha iniziato a spingere con maggiore determinazione.

Al 50′, la Juventus ha sfumato un’occasione per un rapido contropiede in superiorità numerica. Chiesa ha ignorato Kostić e ha cercato di concludere, ma la difesa viola ha respinto il tiro.

Al 59′, Italiano ha effettuato una sostituzione, facendo entrare Bonaventura al posto di Barak. La Fiorentina ha continuato a premere sulla sinistra, mettendo diversi palloni in mezzo, ma la difesa bianconera ha continuato a resistere.

Al 76′, la Juventus è tornata in attacco, cercando di mantenere il controllo del gioco. Vlahović ha provato a sfondare dalla parte di Milik, ma è stato fermato da un fallo laterale.

Le squadre hanno continuato a lottare per il controllo del gioco nel secondo tempo, ma la difesa bianconera ha continuato a respingere gli attacchi dei padroni di casa. La Juventus ha gestito il vantaggio acquisito nel primo tempo con successo, difendendo la porta fino alla fine.

Il secondo tempo è stato caratterizzato da un’intensa lotta per il possesso della palla e da molte azioni offensive da entrambe le parti. Tuttavia, nessuna delle squadre è riuscita a trovare la rete, e la partita si è conclusa con la vittoria della Juventus per 1-0.

Ecco le pagelle della partita:

Fiorentina

Terracciano 5,5: Subisce il gol da Miretti e non viene veramente impegnato nel resto della partita.

Parisi 5,5: Colpevole di aver subito il gol, migliora nel corso della partita ma l’errore iniziale è pesante.

Martinez Quarta 5,5: Ha qualche responsabilità sul gol subito ma gestisce la difesa con esperienza per il resto della partita.

Ranieri 6,5: Contiene efficacemente Chiesa e svolge bene il suo compito difensivo.

Biraghi 6,5: Prove prolungate sulla fascia sinistra con numerosi cross ma purtroppo nessuno capitalizzato dai compagni.

Arthur 6: Metronomo del centrocampo viola, con precisione nei passaggi. Sostituito per il forcing finale.

Mandragora 6: Partita senza particolari lampi, ma svolge il suo ruolo distribuendo palloni e inserendosi quando possibile.

Nico Gonzalez 6,5: Duella ad alta velocità con Kostic e prova a tenere in allarme Szczęsny nella prima mezz’ora. Cala leggermente nella ripresa.

Barak 6: La sua posizione fra le linee crea problemi alla Juventus, ma si spegne progressivamente nel corso della partita.

Kouamé 6: Utilizzato per il suo fisico e la sua corsa, ma ha una prestazione confusa con poche conclusioni.

Beltran 5: Primo tempo difficile, non riesce a dare profondità. Lotta ma ha un impatto limitato.

Juventus

Szczesny 7,5: Efficace nel respingere i tentativi viola e fondamentale nel mantenere la porta inviolata.

Gatti 6,5: Svolge bene il compito difensivo per impedire a Kouamé di creare problemi dalla sua parte.

Bremer 6,5: Guida la difesa che ha ormai un’ottima striscia di minuti senza subire gol.

Rugani 6,5: Nico Gonzalez è il giocatore più pericoloso, ma Rugani riesce a risolvere le situazioni difficili.

McKennie 6: Combattivo sulla fascia e previene situazioni di superiorità numerica da parte della Fiorentina.

Miretti 7: Realizza il gol che apre la partita, e questo permette alla Juventus di giocare con maggiore tranquillità.

Locatelli 6,5: Fornisce protezione alla difesa e dimostra capacità nel proteggere i compagni quando necessario.

Rabiot 6: Si impegna insieme al resto della squadra, ma viene ammonito e sarà squalificato per la prossima partita contro il Cagliari.

Kostic 6,5: Affronta una sfida difficile contro Nico Gonzalez ma riesce a fare la differenza quando la Juventus attacca.

Chiesa 6: Non riesce a sfruttare le opportunità in contropiede, ma si sacrifica per la squadra.

Kean 6: È in forma ma non riesce a segnare, continuando a rimandare l’appuntamento col gol.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui