L’Inter ha centrato una vittoria di grande rilievo contro la Roma, garantendosi così il primo posto solitario in classifica, che era stato momentaneamente ceduto alla Juventus il giorno precedente. La partita è stata segnata dalla grande contestazione nei confronti dell’ex giocatore dell’Inter, Romelu Lukaku, fischiato dalla prima all’ultima nota dal pubblico nerazzurro. Ma è stato l’erede di Lukaku, Marcus Thuram, a timbrare il gol decisivo, il quinto della sua stagione 2023-24, grazie all’assist del sempre affidabile Federico Dimarco.

La partita si è svolta sotto l’entusiasmo del pubblico di San Siro, con l’Inter che ha dimostrato una superiorità evidente. La Roma è riuscita a tirare in porta solamente una volta durante la partita, con un tiro di Cristante nella ripresa. Nel frattempo, i nerazzurri hanno dimostrato il loro controllo del campo colpendo due volte il legno con i tiri di Calhanoglu e Carlos Augusto. Questa vittoria ha consentito all’Inter di confermare il suo inizio di stagione eccezionale, con ben 10 vittorie nelle prime 13 partite ufficiali, di cui 8 in Serie A. I nerazzurri sono ora sempre più vicini al sogno dello scudetto, anche se la concorrenza non molla la presa.

L’allenatore dell’Inter, Simone Inzaghi, ha schierato la formazione titolare, riportando Acerbi, Barella, Dimarco e Thuram nella formazione iniziale dopo la partita contro il Salisburgo. Dall’altra parte, l’allenatore della Roma, José Mourinho, ha dovuto fare a meno di sette giocatori chiave, tra cui Dybala, Pellegrini e Smalling, ma ha potuto contare su Lukaku, che è stato oggetto di fischi costanti da parte dei tifosi nerazzurri. L’Inter ha iniziato la partita in modo aggressivo, cercando di prendere il controllo del campo e ha sfiorato il gol in diverse occasioni, tra cui un tiro impressionante di Calhanoglu che ha colpito la traversa.

Durante il primo tempo, l’Inter ha mantenuto il possesso palla per la maggior parte del tempo, mentre la Roma si è concentrata sulla difesa e ha cercato di contrattaccare quando possibile. La Roma ha lottato per creare opportunità in attacco e Lukaku è stato ben marcato da Francesco Acerbi. Alla fine del primo tempo, i giallorossi non avevano ancora tirato in porta, mentre l’Inter aveva accumulato ben 12 tentativi, sebbene solo uno di essi avesse preso la direzione della porta difesa da Rui Patricio.

La ripresa ha visto poche variazioni nell’andamento della partita. L’Inter ha continuato a dominare il possesso palla, mentre la Roma ha cercato di resistere alla pressione e di colpire in contropiede. La Roma ha avuto una delle sue rare occasioni con una punizione di Paredes respinta dalla barriera, ma il portiere dell’Inter, Yann Sommer, ha dovuto effettuare un grande intervento su un colpo di testa di Cristante.

L’Inter ha intensificato la sua pressione alla ricerca del gol decisivo e alla fine l’ha trovato grazie a Marcus Thuram, che ha segnato su un assist di Asllani. Il gol ha scatenato la gioia del pubblico di San Siro e ha consolidato la posizione di capolista dell’Inter. Nel frattempo, Lukaku è rimasto impotente a centrocampo.

La Roma ha cercato di reagire nel finale con alcuni cambi, ma l’Inter ha tenuto duro e ha sfiorato il raddoppio con un colpo sulla traversa di Carlos Augusto. Alla fine, l’Inter ha difeso con successo il suo vantaggio e ha festeggiato una vittoria fondamentale che la riporta in testa alla classifica di Serie A.

Con 10 vittorie nelle prime 13 partite, l’Inter sta dimostrando di essere una squadra da battere nella lotta per lo scudetto. La concorrenza rimane agguerrita, ma l’Inter sta dimostrando di avere il potenziale per aggiudicarsi il titolo di campione d’Italia. La vittoria contro la Roma è un altro passo importante verso questo obiettivo.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui