La partita di Torino ha riportato il sorriso all’Inter: Inzaghi ha dimostrato di non deludere i tifosi il sabato sera sotto la Mole, e ora la squadra si trova in vetta al campionato. Il tecnico nerazzurro ha firmato il momentaneo sorpasso sul Milan, permettendogli di godersi il big-match di domani tra i rossoneri e la Juventus senza preoccupazioni. Il Toro ha mostrato buone prestazioni fino a metà partita, ma è stato piegato nella ripresa dai gol di Thuram e Lautaro, giunti poco dopo un grave infortunio subito da Schuurs (si teme una rottura del ginocchio sinistro), un episodio che ha cambiato completamente il corso della partita. Il rigore di Calhanoglu ha chiuso il punteggio sul 0-3 nei minuti di recupero. Nel secondo tempo, l’Inter ha preso il controllo della partita e ha meritato appieno la vittoria a Torino. Per il Toro, questa è la quarta partita consecutiva senza segnare e la terza sconfitta nelle ultime quattro partite. Ora, sabato a Lecce, la squadra dovrà affrontare un momento cruciale che non può permettersi di fallire.

Ivan Juric ha cambiato il suo modulo, passando al 4-2-3-1, sorprendendo tutti, compreso Simone Inzaghi, che aveva previsto un 3-5-2 per l’Inter. Questa rivoluzione tattica ha portato a un miglioramento del gioco del Toro nel primo tempo ed ha messo in difficoltà l’Inter avendo alcune occasioni, anche se l’Inter ha retto bene in particolare sulle fasce ed avuto anche due occasioni importanti con Seck e Pellegri.

Ma le sorti della partita sono destinate a prendere una piega completamente differente nel secondo tempo dopo che al 48esimo il Toro ha subito l’infortunio di Schuurs. L’Inter ha sfruttato il momento di riorganizzazione del Toro e ha segnato due gol con Thuram e Lautaro. La partita ha visto una drastica inversione di tendenza rispetto al primo tempo, e l’Inter ha preso il controllo del campo.

Nel secondo tempo della partita infatti, il Toro ha effettuato una sostituzione in difesa inserendo il giovane Sazonov del 2002. Inzaghi invece ha apportato ben tre cambi tattici al 57esimo: Frattesi, Augusto e Dumfries sono entrati al posto di Barella, Dimarco e Pavard. E’ proprio il neo entrato Dumfries che sblocca il risultato con un assist al centro dell’area per Thuram lasciato libero da Sazonov che colpisce la palla di prima intenzione con un delizioso diagonale, portando l’Inter in vantaggio e siglando il suo terzo gol in Serie A. Da questo momento in poi la partita diventa a senso unico con l’Inter che prende il controllo del campo grazie ad una serie di azioni spettacolari: al 67esimo Lautaro raddoppia il vantaggio dell’Inter: un calcio d’angolo battuto da Calhanoglu trova la torre di Acerbi che serve Martinez il quale colpisce di testa con precisione in rete. Questo è stato il suo novantesimo gol in Serie A e l’undicesimo in questa stagione.

Juric ha apportato ulteriori cambiamenti nel Toro, inserendo Gineitis e Sanabria al minuto 74 e Vojvoda e Ilic all’86esimo riuscendo invano a mettere in difficoltà l’Inter, che ha ribadito il suo dominio sul campo con una tripletta nel recupero: Ilic commette un fallo su Mkhitaryan in area e Calhanoglu ha trasformato dal dischetto portando il punteggio a 0-3 per i Neroazzurri.

Ecco le pagelle dei giocatori di questa partita tra il Torino e l’Inter:

Torino:

  • Milinkovic-Savic: 5.5 – Copre male Thuram sul gol e rimane un po’ passivo sullo 0-2.
  • Tameze: 6 – Buone prestazioni in difesa finché Schuurs è stato in campo, poi la difesa ha sofferto.
  • Schuurs: 6.5 – Ha annullato Thuram con forza e aggressività ma è uscito per infortunio.
  • Rodríguez: 5.5 – Ha fatto bene finché Darmian è stato prudente, ma ha avuto problemi quando è entrato Dumfries.
  • Bellanova: 7 – Uno dei migliori in campo, dominante sulla destra e ha continuato a insistere anche dopo l’infortunio di Schuurs.
  • Vlasic: 5.5 – Si è sacrificato in difesa ma non ha contribuito molto in attacco quando il Toro era in svantaggio.
  • Ricci: 6 – Ha avuto un buon primo tempo, ma è stato sopraffatto nella ripresa.
  • Lazaro: 5 – Non è riuscito a sfruttare la sua alta velocità per creare opportunità in attacco.
  • Seck: 6 – Ha tenuto in ostaggio la fascia sinistra dell’Inter nel primo tempo ma non è riuscito a capitalizzare la superiorità.
  • Linetty: 5.5 – Molta corsa ma ha bisogno di migliorare dal punto di vista tecnico.
  • Pellegri: 6 – Ha sfiorato il gol con un bel colpo di testa ma ha sofferto nella ripresa.
  • Sanabria: 5 – Ha avuto pochissimo impatto sulla partita.
  • Gineitis: 6 – Volenteroso ma non ha creato molte differenze.
  • Ilic: 5.5 – Ha commesso una scivolata incauta che ha portato al rigore.
  • Juric: ha preparato la squadra con una tattica iniziale efficace, utilizzando il 4-2-3-1 sorprendendo l’Inter nel primo tempo.

Inter:

  • Sommer: 7 – Ha effettuato parate decisive quando il Toro era vicino al gol.
  • Pavard: 6 – Una difesa ordinaria, ma non è stato molto sollecitato.
  • de Vrij: 6.5 – Ha svolto il suo compito in modo efficiente senza sbavature rilevanti.
  • Acerbi: 6.5 – Ha dovuto resistere alla pressione nel primo tempo ma ha poi contribuito con un assist.
  • Darmian: 6 – Sempre affidabile nelle coperture ma ha avuto qualche errore nei passaggi.
  • Barella: 5.5 – Sembra essere stato influenzato dalla tensione.
  • Çalhanoglu: 7 – Ha creato opportunità con angoli e un rigore.
  • Mkhitaryan: 6.5 – Uno dei migliori nell’Inter nel primo tempo e ha segnato un rigore.
  • Dimarco: 5.5 – Ha avuto qualche difficoltà nel primo tempo ma è stato sostituito.
  • Thuram: 7 – Ha segnato l’1-0 ed è stato devastante negli spazi.
  • Martínez: 7 – Ha segnato un gol e avviato l’azione per l’altro.
  • Klaassen: S.V.
  • Frattesi: 6.5 – Ha dato più energia al centrocampo interista.
  • Bisseck: S.V.
  • Carlos Augusto: 6 – Ha aiutato a contenere Bellanova.
  • Dumfries: 7 – Ha avuto un impatto immediato, fornendo un’assistenza per un gol.
  • Inzaghi: 6.5 – Ha fatto delle sostituzioni chiave che hanno rivitalizzato la squadra.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui