La Juventus sta facendo passi concreti per rinforzare il proprio centrocampo e uno dei nomi che sta attirando l’attenzione è quello di Pierre-Emile Hojbjerg. Il centrocampista danese è nel mirino della Signora, che sta cercando di colmare alcune lacune nella mediana. Con la sospensione di Paul Pogba per doping e la prossima lunga assenza di Nicolò Fagioli a causa di questioni legate alle scommesse, la Juventus cerca un rinforzo di qualità per il suo centrocampo.

La situazione di Hojbjerg al Tottenham è cambiata radicalmente con l’arrivo del nuovo allenatore, Ange Postecoglou. Se in passato era un elemento inamovibile sotto la gestione di Antonio Conte, ora è sceso nelle gerarchie della squadra. Ha giocato appena 125 minuti in 8 partite di Premier League, senza mai essere titolare, e in due occasioni è subentrato solo nei minuti finali. Un calo significativo per un giocatore abituato a un ruolo centrale.

Il danese ha cominciato a valutare le sue opzioni per il mercato di gennaio, desiderando ritrovare il ritmo di gioco in vista di Euro 2024. La Juventus ha individuato in Hojbjerg un obiettivo interessante e ha inviato un emissario in Danimarca per osservarlo da vicino durante la partita contro il Kazakistan. Nonostante la logistica complicata rispetto a una partita a Londra, vedere Hojbjerg in campo per novanta minuti è stato un passo importante per valutarne le condizioni fisiche.

Il centrocampista danese ha dimostrato le sue qualità principali nel corso della partita: solidità, buona tecnica e leadership. Queste osservazioni si sommeranno alle informazioni raccolte da Cristiano Giuntoli, che è noto per essere meticoloso nella sua analisi dei potenziali obiettivi di mercato.

Hojbjerg è un giocatore duttile, capace di ricoprire diverse posizioni nel centrocampo, e la Juventus apprezza molto la sua esperienza e il suo spessore internazionale. Tuttavia, il club bianconero è consapevole delle possibili difficoltà nel tentativo di assicurarsi il giocatore. L’Atletico Madrid è un concorrente potenziale, avendo già mostrato interesse durante l’estate, e il Tottenham potrebbe essere riluttante a concedere il prestito, soprattutto considerando che i titolari attuali, Sarr e Bissouma, partiranno per la Coppa d’Africa all’inizio del 2024.

Tuttavia, il mercato è ancora lontano e molte cose possono cambiare nel frattempo. La Juventus ha il vantaggio del tempo a suo favore e potrebbe negoziare un accordo vantaggioso con il club inglese. Inoltre, il contratto di Hojbjerg con il Tottenham scade nel 2025, il che potrebbe facilitare una trattativa. Gli sgravi fiscali previsti dal Decreto Crescita potrebbero anche aiutare a raggiungere un accordo sullo stipendio. La Juventus continua a monitorare da vicino la situazione e non si arrende facilmente nella sua ricerca per rafforzare il centrocampo.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui