Nella sede del Milan, il capitolo riguardante i prolungamenti di contratto è diventato uno dei dossier prioritari, con la dirigenza rossonera concentrata sul garantire il futuro di alcuni dei talenti più brillanti del club. Dopo aver assicurato il prolungamento del contratto di Rafael Leao all’inizio di giugno, il Milan sta ora lavorando diligentemente per mettere al sicuro le posizioni di altri gioielli della squadra, con particolare enfasi sul portiere Mike Maignan.

Maignan è ormai una figura fondamentale per il Milan, sia sul campo che nello spogliatoio, dove ha assunto un ruolo di leadership. Il suo attuale contratto scade il 30 giugno 2026, ma il suo stipendio di 2.8 milioni di euro all’anno non rispecchia più il suo valore. Maignan ha presentato richieste di rinnovo molto ambiziose, che si aggirano attorno agli 8 milioni di euro all’anno. Una cifra che supererebbe l’ingaggio più alto attuale nella rosa, quello di Rafael Leao, che guadagna fino a 7 milioni di euro all’anno tra stipendio base e bonus.

L’importanza di Maignan è innegabile, ma il Milan è anche attento ai costi del personale. Sebbene la richiesta del portiere sia elevata, c’è spazio per trattare. Le discussioni tra il club e l’entourage di Maignan non sono ancora giunte alla fase decisiva. Le due parti stanno intrattenendo un dialogo costruttivo, entrambe manifestando l’intenzione di continuare insieme. La questione è incentrata sui soldi e su come raggiungere un accordo che soddisfi tutte le parti. Durante l’estate, il Milan ha già concesso alcune richieste specifiche di Maignan, come la stabilità nell’area dei preparatori dei portieri, considerando le partenze di Nelson Dida e Flavio Roma negli ultimi due anni.

Altri dossier aperti riguardano i rinnovi contrattuali di alcuni giocatori chiave. La situazione di Rade Krunic è attualmente in stallo, con il centrocampista bosniaco che desidera uno stipendio in linea con l’offerta del Fenerbahce, che proponeva 3/3.5 milioni all’anno. Il Milan è disposto a offrire oltre 2 milioni di euro all’anno, ma c’è una distanza che dovrà essere colmata nelle future trattative. Se non si raggiungerà un accordo, il Milan e Krunic potrebbero prendere strade diverse durante l’estate.

Al momento, non ci sono segnali di trattative aperte per il rinnovo di Theo Hernandez, mentre Olivier Giroud e Simon Kjaer verranno valutati verso la fine della stagione. Malick Thiaw, oggetto dell’interesse del West Ham, e Francesco Camarda, giovane talento della Primavera, sono altri due giocatori il cui futuro sarà oggetto di contrattazione nei prossimi mesi.

La dirigenza rossonera è decisa a mantenere il suo nucleo di talenti e veterani chiave, bilanciando abilmente le esigenze finanziarie del club. Con il futuro di questi giocatori ancora da definire, il Milan si prepara a intraprendere una serie di trattative cruciali per il suo percorso di crescita e successo.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui