La dipendenza da Lautaro non riguarda solo l’Inter, anche la Nazionale Argentina non riesce a fare a meno del bomber nerazzurro. Nella notte italiana tra giovedì e venerdì, Lionel Scaloni, ct della squadra campione del Mondo, lo ha lasciato in campo per tutti i 97 minuti della sfida vinta 1-0 contro il Paraguay, alternando al suo fianco Alvarez e Messi. Lautaro non ha segnato – una notizia vedendo il rendimento con il club (11 gol nelle prime 10 gare), meno con la nazionale con cui non trova la rete da oltre un anno (ben 12 partite) -, ma ha dato il suo solito contributo. Quello che a Milano hanno imparato tutti a conoscere e che tanto è apprezzato, dalla società a Inzaghi, passando per compagni e tifosi.

Il rapporto tra Lautaro Martinez e l’Inter è cresciuto stagione dopo stagione, ed è ora nella sua sesta annata con la squadra nerazzurra. La prospettiva di una fine a questa storia sembra lontana, come ha sottolineato Beppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter: “Lautaro è un giovane che è cresciuto molto positivamente. Sta emergendo come un campione e lo considero tale. Ora è anche il capitano, e spero che possa rappresentare la bandiera dell’Inter per molti anni e darci molte altre soddisfazioni.”

Il rinnovo del contratto di Lautaro è stato oggetto di discussione da settimane, e il suo attuale accordo con il club scade nel 2026. L’agente di Lautaro, Alejandro Camano, sta lavorando per un nuovo accordo e ha dichiarato: “Abbiamo molte speranze e aspettative di trovare un nuovo accordo che permetta a Lautaro di essere felice.” Anche il giocatore stesso ha espresso il desiderio di rinnovare il contratto, affermando: “Speriamo di rinnovare entro fine anno: qui sono contentissimo, do il massimo per l’Inter e non c’è motivo di cambiare.”

Nonostante non ci sia fretta per il rinnovo, date le scadenza ancora lontane e la volontà reciproca di proseguire insieme, l’Inter sta cercando di blindare ulteriormente il proprio capitano per evitare il possibile corteggiamento da parte di altri club europei. Con offerte milionarie già rifiutate ad agosto, sembra che il futuro di Lautaro Martinez sarà ancora legato all’Inter per molto tempo.

Inzaghi spera di recuperare il prima possibile Marko Arnautovic, infortunato dal 24 settembre. L’austriaco, che soffre di una distrazione muscolare alla coscia sinistra, sta facendo progressi nel suo recupero e punta a tornare in squadra con un paio di settimane di anticipo rispetto alle previsioni. Arnautovic ha fissato l’obiettivo di tornare in campo per la trasferta di Champions League contro il Salisburgo l’8 novembre, per dare all’Inter maggiore profondità offensiva.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui