Dopo la pausa per le partite internazionali, Simone Inzaghi e l’Inter si preparano per un periodo di intensa attività, con partite ogni tre giorni fino alla sfida contro il Bologna il 7 ottobre. Questo significa cinque partite di Serie A, compreso un turno infrasettimanale, e due partite di Champions League. Di fronte a questa maratona di incontri, Inzaghi sta pianificando una gestione della squadra che coinvolgerà una “doppia Inter,” dando profondità alla rosa e concedendo più minuti ai nuovi acquisti, considerando che solo Sommer e Thuram sono stati titolari nelle prime tre partite di campionato.

L’allenatore aveva già annunciato l’intenzione di effettuare rotazioni dopo la netta vittoria contro la Fiorentina, sottolineando la necessità di utilizzare tutti i giocatori in ogni ruolo. Tuttavia, è probabile che le rotazioni inizieranno con l’inizio della stagione in Champions League, in particolare nella partita contro la Real Sociedad subito dopo il derby contro il Milan. Contro i rossoneri, Inzaghi potrebbe schierare Arnautovic al fianco di Lautaro, mentre Frattesi potrebbe ottenere il suo debutto in Champions League a centrocampo, a scapito di Mkhitaryan. Alcuni dei nuovi acquisti estivi, come Carlos Augusto, potrebbero trovare spazio per dare respiro a giocatori come Dimarco, che hanno avuto impegni con le rispettive nazionali. In difesa, Acerbi potrebbe prendere il posto centrale davanti a Sommer, e Pavard potrebbe entrare nella formazione al posto di Darmian.

Questi giocatori potrebbero anche essere utilizzati in partita durante il derby contro il Milan, ma diventeranno parte integrante delle rotazioni una volta iniziate le partite europee.

Il buon inizio di campionato ha convinto Inzaghi a non apportare modifiche significative nella formazione titolare per la sfida contro il Milan. Inoltre, la sosta ha limitato le opportunità per esperimenti, con solo otto giocatori a disposizione durante la settimana di allenamento. Con il ritorno di tutti i giocatori, Inzaghi avrà a disposizione una rosa con almeno due alternative per ogni ruolo, migliorando rispetto alla scorsa stagione, quando l’Inter è arrivata in finale di Champions League. Inzaghi potrà ora alzare il livello della squadra, utilizzando un turnover mirato, come già dimostrato nella passata stagione, diventando un prezioso alleato per affrontare il fitto calendario di partite.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui