Nel posticipo della prima giornata del campionato 2023/2024, il Milan ha sconfitto il Bologna con un punteggio di 2-0. La partita è stata caratterizzata da un primo tempo dominante dei rossoneri, che sono riusciti a segnare due gol grazie a Giroud e Pulisic.

Primo Tempo: 

Il Milan ha iniziato la partita in modo positivo nonostante un momento di pericolo iniziale quando il Bologna ha colpito una traversa con un tiro di Lykogiannis. La squadra di Pioli è riuscita a prendere il controllo del gioco e ha aperto le marcature all’11’ con un gol di Giroud. L’azione è stata orchestrata da Pulisic, il quale ha crossato il pallone in mezzo all’area dove Reijnders ha toccato di tacco per Giroud che ha segnato con un destro sul primo palo. Il Milan ha raddoppiato il vantaggio al 21′ con un magnifico tiro dalla distanza di Pulisic. Il giocatore americano ha tirato un destro potente dai 25 metri che si è insaccato all’angolino, non dando alcuna possibilità al portiere Skorupski. Il Milan ha continuato ad essere pericoloso in attacco e ha creato altre occasioni da gol, mettendo in difficoltà la difesa del Bologna.

Secondo Tempo:

Nel secondo tempo, il Bologna ha cercato di reagire e ha apportato alcune modifiche tattiche, ma la difesa del Milan è rimasta solida e ha tenuto a bada gli attacchi avversari. Nonostante un inizio più vivace del Bologna, i rossoneri sono rimasti concentrati e hanno gestito bene la partita. Il caldo e la stanchezza hanno influenzato il ritmo del gioco, ma il Milan ha continuato a mantenere il possesso palla e a cercare occasioni per colpire in contropiede. Il Bologna ha avuto qualche occasione per accorciare le distanze, ma la difesa del Milan è rimasta attenta.

Mercato Milan: acquistato Pellegrino e prospettive di uscite

Il Milan ha portato a termine il suo nono acquisto di questa sessione di mercato, firmando Marco Pellegrino dal Platense. Il giovane difensore centrale, classe 2002 e di nazionalità italiana, andrà a colmare il vuoto lasciato nella rosa dopo la partenza di Matteo Gabbia in prestito al Villarreal. Pellegrino, dotato di un piede mancino, si unirà al Milan a seguito di un’operazione gestita da Geoffrey Moncada e Antonio D’Ottavio, con la supervisione di Giorgio Furlani. Il trasferimento è stato completato con un’offerta iniziale di 3.5 milioni di euro, oltre a bonus aggiuntivi che potrebbero arrivare fino a 2 milioni di euro. Inoltre, è stata concordata una percentuale sulla rivendita del giocatore, oscillante tra il 10% e il 15%. Nonostante il club argentino avesse inizialmente richiesto 8 milioni di euro, il Milan è riuscito a negoziare riducendo significativamente l’importo dell’operazione. Pellegrino si prepara ora a volare a Milano per sottoporsi alle visite mediche e firmare un contratto che lo legherà al Milan fino al 30 giugno 2028.

Dopo aver risolto la questione del reparto difensivo centrale, la dirigenza del Milan concentrerà ora i propri sforzi sulle uscite. Fode Ballo-Touré è stato associato al Werder Brema, che avrebbe offerto 4 milioni di euro per il suo cartellino. Tuttavia, il giocatore sembra ancora indeciso, anche se è considerato ai margini del progetto di Pioli. Nel caso in cui Ballo-Touré lasciasse il Milan, la squadra potrebbe rivolgersi a Calafiori del Basilea, anche se in casa Milan c’è soddisfazione per la crescita di Bartesaghi, che potrebbe rimanere nella prima squadra. Per quanto riguarda Alexis Saelemaekers, non sono ancora emerse novità concrete. Il Betis Siviglia è interessato al giocatore belga ma sta ancora valutando l’offerta da presentare al Milan. Saelemaekers ha trovato poco spazio sia in attacco sia in difesa nelle uscite estive.

Nel frattempo, non ci sono ulteriori sviluppi riguardo a Divock Origi. Potrebbero invece esserci novità per quanto riguarda Lorenzo Colombo, l’attaccante classe 2002. I dirigenti del Milan ritengono che Colombo possa rimanere nella squadra, poiché non sono emersi profili migliori sul mercato rispetto al suo. Tuttavia, se si presenterà un’opportunità significativa, il Milan valuterà l’opzione di un prestito di Colombo al Monza. Al momento, sembra che l’ipotesi di una cessione di Krunic al Fenerbahçe stia perdendo terreno. I tempi stringono e l’offerta dei turchi non corrisponde alle aspettative del Milan. Le alternative a disposizione sono limitate, rendendo l’operazione meno probabile.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui