Il futuro di Leonardo Bonucci alla Juventus è avvolto dall’incertezza mentre il calciatore si prepara ad affrontare la sua tredicesima stagione con il club bianconero. Nonostante non sia arrivata alcuna comunicazione ufficiale, i media riportano da giorni che la Juventus non lo considera più una priorità. Lunedì, durante le visite mediche di inizio stagione, Bonucci avrà l’opportunità di confrontarsi con il nuovo responsabile dell’area tecnica, Cristiano Giuntoli, e magari chiarire la sua posizione all’interno del club. Con un anno rimanente nel suo contratto, Bonucci si sente ancora utile alla squadra con cui ha vinto numerosi trofei, ma è evidente che non è più la prima scelta dell’allenatore Massimiliano Allegri.

La situazione attuale:

Nella scorsa stagione, Bonucci è stato convocato per 39 partite, ma è stato relegato in panchina in 23 occasioni e in 13 partite non ha giocato affatto, principalmente per scelte tecniche. Nonostante qualche problema fisico, è stato evidente che Allegri non lo considerava un titolare fisso, come dimostrato dalla sua esclusione dalla formazione in una partita importante contro il Monza nel settembre scorso. Nonostante ciò, Bonucci ha mantenuto una mentalità professionale e non ha mai messo i suoi interessi personali davanti a quelli della squadra.

Il ruolo di Giuntoli e le dichiarazioni di Bonucci:

Con l’arrivo di Cristiano Giuntoli come responsabile dell’area tecnica, è probabile che si svolga un incontro tra Bonucci e il nuovo dirigente per discutere delle motivazioni del giocatore e valutare le opzioni future. Bonucci ha ribadito la sua priorità di restare alla Juventus e di non considerare altre squadre al momento. Tuttavia, vuole che la dirigenza confermi il suo ruolo all’interno del progetto. A 36 anni, Bonucci comprende di non poter essere sempre una colonna difensiva come un tempo, ma si vede ancora come un leader nel gruppo e uno dei veterani della squadra.

L’importanza dell’accordo contrattuale:

Nonostante le critiche rivolte a Bonucci, il suo stipendio non è più tra i più alti della squadra. Il suo contratto prevede una progressiva riduzione dello stipendio, che è ora di 3,5 milioni di euro netti per la stagione 2023-24, allineandosi a quello di altri giocatori come Daniele Rugani, che non è considerato un titolare. Bonucci non vuole essere visto come un “peso” per la squadra e desidera mettersi al servizio della Juventus come ha sempre fatto.

Il futuro di Leonardo Bonucci alla Juventus è ancora incerto. Mentre Allegri sembra preferire altre opzioni difensive, Bonucci si considera ancora utile alla squadra e desidera chiudere la sua carriera con la maglia bianconera. L’incontro con Cristiano Giuntoli potrebbe fornire maggiori chiarezze sulla sua posizione e sul suo coinvolgimento nel progetto della Juventus. Se dovesse diventare evidente che sarà l’ultima scelta nel reparto difensivo, Bonucci potrebbe essere costretto a considerare altre opzioni per il suo futuro. Tuttavia, al momento, la sua unica priorità è la Juventus, dove ha trascorso gran parte della sua carriera e ha ottenuto numerosi successi.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui